07\feb\11

È da un po’ che ho perso il mio quaderno, quello su cui passavo la vita nel mio Medio Evo. Probabilmente si è nascosto perché io non imbratti quel piccolo spazio vuoto che avevo conservato, probabilmente non sa che ho chiesto una pausa di riflessione alla mia bic, il foglio virtuale è una tentazione che ritorna e a cui ho deciso di cedere per ora.

Le rimarrò comunque sempre fedele.

Fedele, che poi è un aggettivo che non è tra i miei prediletti, non come evanescente.

Rileggerei con piacere gli anni trascorsi nel buio, altri buoni motivi per compiacermi della mia evoluzione darwiniana, non riuscendo comunque ad adattarmi. Il grande paradosso, più paradossale della fisica tradizionale, più dei paradossi di Zenone e di quelli di Kant .

Mi è inevitabile pensare ai cambiamenti che si sono susseguiti in questi anni, incentivati dalla mia sete di cambiamento e dalla fame di libertà. Ed  ora qui, da un lato i monti, dall’altro il mare, macerie e saggezza, solitudine e  tanta stanchezza; e poi una nuvola esce dall’ orecchio e se avessi scelto diversamente chi sarei ora?

Un uragano fatta d’aria calda mi trascina via, senza che io possa respirare, le finestre risuonano e mi riportano a questa stanza quadrata, a questo secondo piano di questo palazzo marcio e tremolante…..

Storia ridondante…

Annunci

Un pensiero su “07\feb\11

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...